Team_11: Ritorno alla Natura

Componenti: Salvatore Cadau, Pietro Salvatore Carboni, Salvatore Carluccio

Estratto dalla relazione di progetto:

“Il progetto Architettonico– Le scelte

Per quanto riguarda l’area di nostra competenza, ossia l’area C12, la superficie copribile era di soli 723 mq. Si è pensato distribuire i metri cubi disponibili (5064 mc), a seguito di varie ipotesi di collocazione su un plastico dell’area, in due punti ben precisi, ognuno con le sue abitazioni caratteristiche. A sud, nel lotto più estremo  dall’altra parte di Via Lanzo sono state previste due abitazioni bifamiliari di 190 mq l’una e un’altezza massima di 7 metri. La bifamiliare è un edificio su due piani con un tetto piano non praticabile. E’ stata concepita per una famiglia formata da 3 a 5 componenti.  Al piano terra troviamo la zona giorno, cucina e soggiorno più un bagno con ripostiglio e una stanza polivalente, che può essere utilizzata come studio o come stanza Bed&Breakfast per accogliere degli eventuali turisti. Al primo piano invece si trovano 3 camere da letto, una matrimoniale e due singole, di cui una con balcone, o doppie all’occorrenza, un bagno e un ripostiglio. L’architettura è semplice e funzionale e tutti gli ambienti sono previsti di ampie vetrate e finestre in maniera tale da permettere alla luce di penetrare liberamente all’interno e aumentare la sensazione di contatto con l’ambiente esterno. Gli aggetti che sporgono per 1,50 metri movimentano la facciata e permettono di aumentare la cubatura. Sono provvisti di ampie vetrate.

A Nord dell’area invece, vicine alla boscosa fascia di rispetto e in linea d’aria vicine anche all’ingresso del parco, sono state previste quattro abitazioni monofamiliari. Sono in realtà connesse fra di loro da un’ambiente in comune che funge al piano terra da lavanderia e da deposito attrezzi; fa invece da terrazza coperta al piano primo. I moduli sono perciò uniti a due a due e rispettivamente specchiati. Ogni modulo è di 78.5 mq più il locale in comune da 14 mq. La copertura è piana e l’altezza dell’edifico è di 7 mt. Una particolarità è costituita dalla presenza di due aggetti dati dalle camere che sporgono fuori dal perimetro delineato dal piano terreno.  Al piano terra si trova la zona giorno composta da soggiorno e angolo cottura (qui si trova la porta che permette l’accesso alla lavanderia-deposito in comune) e un bagno. Si accede al piano superiore tramite una scala a chiocciola dove si trovano due ampie camere da letto, una matrimoniale e una singola (o doppia eventualmente), un bagno e una zona relax che da su un balcone ricavato dall’arretramento del volume dell’edificio rispetto al piano inferiore. Alla fine del disimpegno fra le due camere si trova l’accesso alla terrazza in comune che può essere utilizzata da entrambi i nuclei familiari. E’ possibile accedervi anche tramite una scala esterna, pensata anche per agevolare il trasporto di oggetti ingombranti al piano superiore visto che la scala a chiocciola sarebbe risultata scomoda e poco funzionale. L’abitazione è fornita di ampie vetrate e di luci per ogni ambiente come per le bifamiliari. La camera matrimoniale, grazie alla grande vetrata ( come per l’area relax e il balcone) gode di un’ampia vista sulle colline del Parco Regionale.

Tutte gli edifici presentano in linea di massima le medesime scelte tecnologiche. Hanno tutti una struttura portante in acciaio e sia l’interpiano che il solaio di copertura sono realizzati in lamiera grecata. I muri esterni sono invece in laterizio ( blocchi tipo Poroton da 25 cm di spessore) e cosa molto importante tutto l’edificio è isolato termicamente con un cappotto esterno di 6 centimetri da spessore in sughero, con un coefficiente di conduttività termica  λ pari a 0,037 Kcal/mh°C. La muratura interna è realizzata in mattoni da 8 cm di spessore in laterizio. La copertura è isolata termicamente con uno spessore anch’essa di 6 cm di isolante e fornita di tutte le adeguate protezioni come guaina e barriera al vapore per assicurarne l’impermeabilità esterna e allo stesso tempo un’adeguata traspirazione dei vapori interni. L’intonaco interno è il classico intonaco ad uso civile mentre all’esterno il cappotto isolante andrà ricoperto con gli adeguati materiali da rasatura. Gli edifici sono rialzati da terra con un basamento (che farà da platea per l’attacco dei pilastri portanti) di 50 cm. Tutte le case saranno fornite di pannelli solari e fotovoltaici per la produzione di corrente e di acqua calda. Le ampie vetrate saranno invece in vetrocamera capace di espletare al meglio le funzioni di illuminazione e isolamento termico.

Riferimenti – Richard Meier e l’architettura in bianco

 Tutti gli edifici saranno completamente bianchi. Il progetto, la ricerca della luce e il colore bianco prendono ispirazione dall’architettura di Richard Meier.  Egli afferma che il bianco sia il colore dell’architettura vista la sua capacità di riflettere tutti i cambiamenti dell’ambiente circostante. Secondo Meier è il colore naturale per eccellenza.

“Attraverso il bianco siamo in grado di renderci conto del passaggio delle ore e delle stagioni ed è più facile vedere i cambiamenti della natura, il mutare delle condizioni atmosferiche e i passaggi cromatici.Aaiuta, per contrasto con il mondo che circonda una struttura, a renderne più leggibili le linee e la sequenza degli spazi. Riesce a convivere meglio con la trasparenza e a farci capire come è concepito un edificio”

Richard Meier – Intervista sull’Arapacis.

 Sarebbe, anzi è sicuramente pretenzioso accostare il nostro progetto alle opere di Meier, ma abbiamo cercato di mantenere un filo logico con le sue idee, abbiamo cercato anche noi a nostro modo di interpretare questa idea di architettura. Un’architettura che con il bianco apparentemente  contrasta con l’ambiente circostante ma che riflette tutto ciò che accade intorno, apparendo chiara e facilmente leggibile, riflette la natura.”

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...